martedì 26 marzo 2013

Torta pasqualina ai carciofi

Dopo la crostata di ricotta, ecco un'altra ricetta per Pasqua... questa volta, però, sono passata al salato e nel week end ho preparato la torta pasqualina ai carciofi.

Per la ricetta, sono partita da quella che ho trovato su uno dei miei libri di cucina e poi ho cercato anche in rete per confrontarla... e, alla fine, oltre alla ricetta trovata sul mio libro, ho preso come guida anche la ricetta trovata su giallo zafferano, almeno per quel che riguarda il procedimento perché poi il ripieno non l'ho fatto a base di bietole/spinaci ma con i carciofi.
La ricetta del mio libro, prevedeva la formazione di ben 18 sfoglie (9 per la base e 9 per coprire il ripieno); quella di giallo zafferano, invece, divide l'impasto in sole 4 sfoglie (2 per la base e 2 per coprire il ripieno) e entrambe vengono presentate come una versione semplificata della ricetta originale che prevede addirittura 33 sfoglie, in riferimento agli anni di Gesù. Io, per motivi di tempo, ho diviso l'impasto in 4 sfoglie, come nella ricetta di giallo zafferano.

Era la prima volta che la facevo e ha riscosso un grandissimo successo perché è davvero buonissima! Appena possibile, la proverò anche nella versione classica con il ripieno a base di bietole/spinaci ;-)




Torta pasqualina ai carciofi
Ingredienti e dosi per le sfoglie:
-600 gr di farina 00
-50 ml di olio evo
-2 cucchiaini di sale
-400 ml di acqua

Ingredienti e dosi per il ripieno:
-15 carciofi
-750 gr di ricotta
-13 uova
-1 spicchio d'aglio
-1 ciuffo di prezzemolo
-1 spolverata di noce moscata
-130 gr di parmigiano
-olio evo q.b.
-sale e pepe q.b.

Preparazione:
per prima cosa, ho pulito i carciofi (operazione un pò lunga e, diciamocelo, un pò noiosetta): ho tagliato il gambo e eliminato le foglie esterne dure



Ho tagliato la parte superiore con le spine



Ho diviso i carciofi a metà e eliminato la barbetta interna



Ho tagliato i carciofi in spicchi sottili, li ho messi in acqua e limone e ve li ho lasciati fino al momento di utilizzarli



Sono passata, poi, a preparare le quattro sfoglie, due delle quali serviranno a foderare la base della teglia e le altre due serviranno a coprire il ricco ripieno: ho setacciato la farina in una ciotola capiente



Ho aggiunto l'olio e il sale


e ho iniziato ad impastare aggiungendo l'acqua un pò per volta; ho iniziato ad impastare nella ciotola, aiutandomi con un cucchiaio


Poi, quando l'acqua è stata completamente assorbita e l'impasto ha preso consistenza, ho trasferito l'impasto sulla spianatoia infarinata e l'ho lavorato ancora per qualche minuto con le mani, finché l'impasto è diventato liscio


Dopodiché, ho suddiviso l'impasto in quattro panetti: due più grandi dal peso di 300 gr, che serviranno per foderare la base della teglia, e due più piccoli dal peso di 180 gr, che serviranno a coprire il ripieno; li ho avvolti nella pellicola e li ho messi a riposare in frigorifero per un'ora


Nel frattempo ho preparato il ripieno: in una padella, ho fatto rosolare uno spicchio d'aglio nell'olio evo


Appena imbiondito, ho tolto l'aglio, ho messo in padella i carciofi e li ho fatti rosolare per qualche minuto


Poi ho aggiunto un pò di acqua e un ciuffo di prezzemolo; ho coperto e ho lasciato cuocere i carciofi per una ventina di minuti a fiamma bassa, regolando di sale. Appena morbidi, ho spento e ho fatto intiepidire i carciofi


Ho trasferito i carciofi in una ciotola e, una volta tiepidi, vi ho aggiunto due uova, 50 gr di parmigiano grattugiato, sale e pepe e ho amalgamato bene tutto


In un'altra ciotola, ho ammorbidito la ricotta con una frusta; vi ho aggiunto 3 uova, 30 gr di parmigiano grattugiato, la noce moscata e il sale e ho amalgamato


A questo punto, ho ripreso dal frigo uno dei panetti da 300 gr e, sulla spianatoia infarinata, l'ho steso fino a formare una sfoglia sottilissima


Con la sfoglia ottenuta, ho foderato la teglia unta d'olio, facendo aderire bene la sfoglia ai bordi della teglia



Ho spennellato la sfoglia con dell'olio


Ho preso il secondo panetto da 300 gr dal frigorifero, l'ho steso in una sfoglia sottile e l'ho disposto sopra alla prima sfoglia, fecendola aderire bene


A questo punto, ho farcito la torta facendo un primo strato di ripieno con il composto di carciofi e ho livellato bene


Ho versato sui carciofi la crema di ricotta e ho livellato anch'essa


Con il dorso del cucchiaio, ho praticato sette incavi nella crema di ricotta, uno al centro e sei laterali e ho disposto all'interno degli incavi sette tuorli


Ho sbattuto gli albumi avanzati e e ho versato un velo di albumi sulla crema di ricotta


Infine, ho cosparso con il parmigiano grattugiato rimanente


A questo punto, ho preso dal frigorifero uno dei due panetti da 180 gr, l'go steso in una sfoglia sottile e, con essa, ho coperto il ripieno


Ho spennellato la sfoglia con dell'olio


Infine, ho steso l'ultimo panetto, formando una quarta sfoglia sottile e l'ho adagiata sopra alla precedente, fecendola aderire bene.
Con un coltello, ho tagliato la pasta in eccesso e ho ripiegato il bordo verso l'interno, formando un cordoncino. Infine, ho spennellato ancora con l'olio


Ho cotto la torta pasqualina in forno già caldo a 180° per circa 1 ora.
A cottura terminata, ho sfornato la torta e l'ho fatta raffreddare bene prima di toglierla dalla teglia e tagliarla a fette.
Ed ecco la torta pasqualina pronta


Mi spiace per la pessima qualità delle ultime due foto :-( Mi sa che dovrò procurarmi una macchina fotografica più decente...

Con questa ricetta partecipo al contest color food


del blog Fiordirosmarino nella categoria verde.

Buona giornata e un abbraccio a chi passa di qua ;-)


4 commenti:

  1. Grazie per la ricetta, la inserisco subito!

    RispondiElimina
  2. mmm buonaaaaa!!!
    adoro le torte salate..e i carciofi!!!
    a presto!

    RispondiElimina
  3. Brava!!! mi piace questa torta salata, poi con la Pasqua in arrivo,è da fare sicuramente, un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ottima anche questa, con i carciofi non l'ho mai preparata, sicuramente ottima. Mi fa piacere inserirla così non la perdo! :)
    Grazie!

    RispondiElimina