sabato 30 marzo 2013

Colomba di Pasqua al cioccolato e buona Pasqua a tutti!

L'idea di fare la colomba in casa mi frullava in testa già dalla Pasqua dello scorso anno... ma l'anno scorso, di questi tempi, ero agli sgoccioli della gravidanza e con il pancione e il gonfiore tipico di fine gravidanza non mi sentivo proprio al top della forma... e, dato che la lavorazione è piuttosto lunga, decisi di lasciar perdere.
Ma quest'anno, con l'avvicinarsi della Pasqua, l'idea è tornata insistente nella mia testa... così, dopo aver letto e riletto un'infinità di ricette, sia su libri e riviste sia su internet, ho preso come guida due ricette, quella trovata su uno dei miei libri della cucina italiana e quella trovata sul sito di misya, e l'altro giorno mi sono messa all'opera.

La mia idea era quella di fare la colomba al cioccolato, ma in giro non ho trovato molte ricette... perciò sono partita da ricette di colombe classiche e le ho adattate eliminando gli aromi dell'arancia e del limone e sostituendo i canditi con le gocce di cioccolato.

Come dicevo prima, la lavorazione è piuttosto lunga perché bisogna rimpastare 4 volte e aspettare altrettante lievitazioni e quindi occorre praticamente una giornata di lavoro (io ho iniziato alle 9 del mattino per avere la colomba pronta alle 7 del pomeriggio)... ma, aldilà dei lunghi tempi di lavorazione, non ho trovato particolari difficoltà.

Ma vi assicuro che, nonostante il lungo lavoro, ne è valsa assolutamente la pena perché è venuta fuori una colomba sofficissima, squisita, che non aveva assolutamente niente da invidiare alle colombe delle note marche che si trovano in commercio



Colomba al cioccolato
Ingredienti e dosi (per una colomba da 1 kg):
-500 gr di farina Manitoba
-220 gr di zucchero
-200 ml di latte
-10,5 gr di lievito di birra disidratato (1 bustina e 1/2)
-5 tuorli
-200 gr di burro
-150 gr di gocce di cioccolato
-1 cucchiaio di essenza di vaniglia
-1 pizzico di sale

Ingredienti e dosi per la glassa:
-75 ml di acqua
-75 gr di zucchero
-150 gr di cioccolato fondente
-granella di zucchero q.b.

Preparazione:
Primo impasto (o lievitino):
ho setacciato 150 gr di farina in una ciotola


Ho aggiunto il lievito e 3 cucchiaini di zucchero e ho mescolato


Ho aggiunto 100 ml di latte tiepido e ho impastato fino ad ottenere un panetto morbido


Ho fatto una croce sul panetto e l'ho messo in una ciotola piena di acqua tiepida


Ho coperto il contenitore con della pellicola e ho lasciato lievitare per 30 minuti. A lievitazione terminata, il panetto, oltre ad essere raddoppiato di volume, è venuto a galla


Secondo impasto:
ho versato nella ciotola della planetaria la restante farina setacciata, lo zucchero, i tuorli, 100 gr di burro ammorbidito e tagliato a pezzetti e l’essenza di vaniglia



 Ho aggiunto anche il lievitino



e ho iniziato ad impastare aggiungendo il latte rimanente. Ho fatto lavorare la planetaria per una decina di minuti, fino ad avere un impasto morbido, omogeneo e appiccicoso




L'ho coperto e l'ho messo a lievitare nel forno spento con la lucina accesa per un'ora e mezza. Ecco l'impasto dopo la lievitazione





Terzo impasto:
ho ripreso l’impasto precedente e l'ho sgonfiato facendo girare brevemente la planetaria a bassa velocità


Ho aggiunto altri 50 gr di burro ammorbidito e tagliato a tocchetti e ho lavorato l’impasto per una decina di minuti


Ho coperto la ciotola della planetaria con la pellicola e l'ho messo a lievitare di nuovo nel forno spento con la lucina accesa fino al raddoppio del volume (ci sono volute circa 3 ore e 1/2)


Quarto impasto:
ho ripreso l’impasto precedente e l'ho sgonfiato di nuovo facendo girare la planetaria brevemente a bassa velocità


Ho incorporato gli ultimi 50 gr di burro (sempre morbido e tagliato a tocchetti) e ho lavorato l’impasto per circa 10-15 minuti


Alla fine, ho aggiunto anche le gocce di cioccolato infarinate e ho lavorato l'impasto giusto il tempo di amalgamare le gocce


(l'impasto si è un pò scurito perché, mentre le amalgamavo, le gocce di cioccolato si sono un pò sciolte).
A questo punto, ho sistemato l'impasto nello stampo di carta per colombe da 1 kg


Ho rimesso a lievitare la colomba, sempre nel forno spento con la lucina accesa, fino a quando ha raggiunto quasi i bordi dello stampo (circa 2 ore e 1/2)



Verso la fine della lievitazione, ho preriscaldato il forno a 200°.
Ho cotto la colomba in forno già caldo a 200°C per i primi 30 minuti; poi, ho abbassato la temperatura a 180° e ho cotto per altri 30 minuti circa, controllando la cottura con uno stecchino.
Ed ecco la colomba appena sfornata



Intanto che si raffreddava, ho preparato la glassa al cioccolato: ho preparato uno sciroppo di zucchero, facendo sciogliere in un pentolino lo zucchero nell'acqua



Ho aggiunto il cioccolato tagliato a pezzi e ho mescolato finché si è sciolto del tutto



Una volta sciolto, ho cotto la glassa a fiamma bassa per qualche minuto in modo che si addensasse un pò.
Ho spento il fuoco e ho ricoperto la colomba con la glassa al cioccolato



Infine, ho cosparso la superficie con della granella di zucchero e ho lasciato asciugare la glassa


E, finalmente, ecco la colomba pronta per essere mangiata


Appena l'ho tagliata, ho fatto giusto in tempo a fare la foto che è stata presa d'assalto ed è sparita in men che non si dica!

Con questa ricetta partecipo al contest una dolce Pasqua



E, ovviamente, un forte abbraccio e tanti tanti auguri di una serena Pasqua a tutti quelli che passano di qui!

7 commenti:

  1. che buooooooona....complimenti, mi segno la ricetta e la farò ormai per la prossima Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, è assolutamente da fare... ci vuole tempo ma ne vale la pena ;-)

      Elimina
  2. E' venuta benissimo!!!
    Ti auguriamo una buona Pasqua:)

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che spettacolo! Molto accattivante!
    Grazie per averla dedicata al mio contest.
    Buona Pasqua, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stato un piacere per me partecipare al tuo contest ;-)

      Elimina
  4. complimenti sei stata bravissima...io non ho avuto coraggio... O.o
    magari il prossimo anno eh?
    :)
    buona giornata

    RispondiElimina